elepuntaallaluna | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

male che vada avrò vagabondato tra le stelle!....il blog di ele
DIARI
22 febbraio 2012
F E L I C E.

…..e poi succede che quello che ti eri solo immaginato nella tua testa accade.

Inaspettatamente, dopo che ci avevi messo una pietra sopra dicendo:” sarà sicuramente gay”, quando già facevi le prove - sempre in testa - per quando avresti dovuto incontrarlo e mostrare freddezza e disinteresse.

…..quando succede, leggi tre volte una mail di poche accattivanti righe, fissi lo schermo del computer incredula, vorresti gridarla al mondo, la felicità che sembra esplodere dentro, e trovare la lucidità per rispondere sembra un’impresa, anche perché sei in preda a un’influenza bastarda….

Se non stessi come sto, stasera uscirei a prendere un caffè con un ragazzo che ho conosciuto quest’estate e che mi ha colpito fin dal primo istante, dal nome così comune e allo stesso così speciale….

Lo so, anche voi mi consigliereste di fregarmene, imbottirmi di tachipirina, e uscire lo stesso, ma no, non lo farò, d’altronde ho aspettato tanto, aspettare qualche altro giorno non comprometterà nulla, e non è forse vero che l’attesa è essa stessa piacere?

Gli ho scritto una risposta così carina poi……

Sono ottimista, qualunque cosa accada.

Qualunque cosa accada, oggi pomeriggio sono stata felice. F E L I C E.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. amore desideri vita

permalink | inviato da elepuntaallaluna il 22/2/2012 alle 16:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
DIARI
4 luglio 2011
Post semiserio.

Ho deciso: non comincerò più nessun post con frasi del tipo “sono tornata”, “mamma da quanto tempo non scrivo”, né farò accenni al magone che mi piglia guardando il calendarietto qua a fianco.

Scrivo e basta.

Dal 18 di maggio sono successe un sacco di cose, per fortuna il post-it che ho scritto e attaccato all’interno del portafoglio me le ricordano.

Mò una sera mi ha giustamente fatto presente che esistono le agende, più sensate di un post it all’interno del portafoglio.

E’ che anche le agende mi mettono tristezza: sono un altro esempio della mia incostanza. Le compro oggi anno, comincio con l’usarle con una certa regolarità, e puntualmente ad un certo momento comincio ad ignorarle e a lasciarle in bianco.

Anyway: passate le elezioni provinciali e relativo ballottaggio – vinto – ho affrontato anche i referendum, “vinti” anche quelli.

[No ma della gioia della vittoria di Pisapia a Milano ne vogliamo parlare?!?!?!? Indescrivibile!!!! Anche uno dei miei cugini finora refrattario e distante dalla politica era in piazza Orange vestito! ]

I soldini guadagnati alle provinciali sono arrivati e in parte spesi nel giro di un’ora e mezza, se vogliamo abbondare per eccesso. E’ impressionante la velocità con cui si spendono i soldi (si lo so ho scoperto l’acqua calda).

Ho sperimentato che l’euforia da shopping dura quanto un gatto in tangenziale, poco, il tempo di realizzare di aver speso 150 euro avendo comprato solo: un bikini, un copricostume (in coordinato entrambi Yamamay), e un reggiseno.

Ho l’ormonite – non legata all’acquisto del reggiseno - diagnosticata dalla mia amica dottora di cui sopra, e se lo dice lei ad un passo dalla specializzazione….non in ormonite eh, in ginecologia-ostetricia! Forse la precisazione non aiuta, anzi.

Ha ragione comunque, ho proprio l’ormone in subbuglio e durante le cene e le uscite mi sbizzarrisco con i doppi sensi e le battute, tipico comportamento di chi non potendo praticare nessuna pratica ; ) non fa altro che parlarne.

Ora non pensate che pensi sempre a quello eh, sono una giovane donna seria, non pensate che nel tempo in cui sono mancata sia cambiata.

Certo però che se penso che l’anno scorso di questi tempi…….ecco, meglio non pensare.

A parte gli scherzi e gli ormoni, ci pensavo ieri in pullman ascoltando canzoni dolci e spaccacuore: ho così tanto da dare cacchiarola….ecco, meglio non pensare neanche a questo.

Avete notato il numero delle volte che ho scritto il verbo “pensare”? Non penso sia un caso. Aridaje. Ma d’altronde che io pensi troppo è una costante e la mia condanna.

Sabato sera ero ad una festa e al signore – simpaticissimo – seduto vicino a me ho chiesto di lanciarmi in testa il tappo dello spumante che aveva appena stappato.

Conoscete sì la credenza che chi viene colpito dal tappo dello spumante si sposa entro l’anno? Forse non vale se uno te lo tira addosso a posteriori e di proposito, però tentar non nuoce, e me lo sono pure portato a casa. Il tappo, non il signore simpaticissimo.

Alla lotteria non ho vinto nulla – sai che novità – ma per consolarmi dicevo “meno male, quest’estate punto sull’amore”.

Lo dico sempre che l’ironia ci salverà. (I i veri problemi sono decisamente altri)

A proposito della festa: sono di ritorno da una due giorni in Veneto, precisamente a Fossalta di Portogruaro. Le Avis dei nostri comuni sono gemellate, e ogni anno il direttivo partecipa alla Festa del donatore che si tiene ai primi di luglio. Sarebbe facilissimo riassumere questa mini vacanza in una parola: cibo.

Pranzo e cena del sabato e pranzo della domenica pasto completo, dall’antipasto al dolce, con in mezzo un “aperitivo” ieri a mezzogiorno a base di salumi sensazionali.

Vietato dire di no. Così come ho imparato a non lasciare niente nel piatto che ti portano già bell’e fatto.

Mi ha colpito moltissimo la pace, l’eleganza, l’ordine del territorio, le villette a due piani color pastello immerse nel verde, e la splendida accoglienza e l’ospitalità delle persone del luogo.

Ieri mattina poi abbiamo fatto una visita a Concordia Sagittaria, a pochi chilometri da Portogruaro, antica colonia romana e sede di una delle prime chiese cristiane della storia. Un vero gioiellino.

Ora molti che staranno leggendo staranno pensando “ma come, nemmeno una parola sull’evento del mese? Anzi, macché del mese, dell’anno!!!! L’incontro a Roma tra bloggers”!!!!

Come potrei? Però a quello non si può non dedicare un post ad hoc!

Quindi, alla prossima, promesso.

Anzi, no, ho premesso niente promesse. Si scrive e basta.

 

DIARI
18 maggio 2011
Sarei tornata a casa.....

14 aprile, ultimo post….un mese e quattro giorni…come si ritorna dopo tutto questo tempo?

Da dove si ricomincia? Dal perché dell’assenza?

Sentivo, e veramente lo sento tutto’ora, che manca un “quid” nello stile, che quello che ho da raccontare è più o meno sempre lo stesso: stessa vita, stessi impegni, stessi interessi, con poche variazioni sul tema.

 

E’ quasi passata un’altra campagna elettorale, alla quale mi sono dedicata a mezzo servizio per i motivi cui ho accennato anche qui, ma non sono riuscita ad abbandonare la politica…sicuramente mi appassiona di più il nazionale che il livello locale. A proposito milanesi, mi raccomando conto su di voi per un nuovo 25 Aprile con Pisapia sindaco!!!

Il fine settimana elettorale l’ho trascorso al seggio come segretaria, e grazie alla purtroppo bassa affluenza alle urne – solo la metà degli aventi diritto – il lavoro è andato liscio come l’olio, e sono super pronta in vista del ballottaggio di fine mese. Con gli altri componenti del seggio c’era un ottimo feeling, la mia “amica” presidente ormai stravede per me, e abbiamo riso e mangiato come porcellini per far passare la noia.

 

La mia nipotina cresce a vista d’occhio, ormai ha più di sei mesi, e ieri pomeriggio ho fatto la prima passeggiata per il Corso con lei e la sua mamma. Già, la prima….vorrei riuscire a passare più tempo con loro, tornando a casa mi sono resa conto che in questi mesi ho trascurato mia sorella come amica, mi sono rapportata a lei più come mamma, e sento che avrei potuto e dovuto esserle più vicina….mi sono resa conto, nei minuti passati a chiacchierare su una panchina del parco in un bellissimo pomeriggio di sole, che è da tanto, troppo tempo che non facevamo due chiacchere solo noi due, o noi tre pensando anche a Mò, come amiche, come persone, come sorelle, come donne.

Fino a ieri pomeriggio per un motivo o per un altro non avevo mai avuto occasione di chiederle come si sente ad essere mamma, a volte devo fermarmi a pensarci, perché è sì la cosa più naturale del mondo, il ciclo della vita, ma è come se tutto questo fosse accaduto senza aver avuto il tempo e l’occasione di fermarci e rifletterne insieme.

So che lei sa che ci sono (scusate il gioco di parole), ma sento comunque che avrei potuto fare di più e meglio, e ho assoluta intenzione di rimediare prima che lei torni a lavorare.

 

I casting per il mio coprotagonista del “più grande spettacolo dopo il big bang” continuano senza successo.

I candidati che sembrano presentarsi - e il verbo sembrare già dice tutto – non hanno abbastanza talento e determinazione, doti fondamentali per passare almeno la prima fase del provino.

Per chi non lo sapesse, “Il più grande spettacolo dopo il big bang” è una delle mie preferite, se non LA preferita,  tra le canzoni dell’ultimo album di Lorenzo Jovanotti Cherubini, mio marito, con il quale e per il quale andrò a scatenarmi sabato prossimo: NON VEDO L’ORAAAAA!!!!

Continuo quindi ad essere solo un’inguaribile romantica impossibilitata ad esprimersi appieno, a darsi come desidera, che nel frattempo si emoziona per gli amori degli altri. (è partito in automatico un sospirone)

 

What else?

Fatemi pensare….ci sono state cenette con gli amici, uno spassoso primo maggio, un’incomprensione con la Cip che fortunatamente ha rafforzato ancora di più la nostra sorellanza, la conferma che ad agosto andrò con lei a Madrid alla Giornata Mondiale della Gioventù, e conto i giorni per uno stratosferico weekend romano dal 17 al 19 giugno.

 

Ho rimandato ancora una volta l’appuntamento più importante.

Devo e voglio scrivere che da novembre non si torna indietro, e sarà così, vero tutor? Ti ho messo in stand by da questo punto di vista nelle ultime settimane, me ne rendo conto e te ne sei reso conto anche tu.

Il tutor mi legge, ecco perché mi rivolgo a lui direttamente.

E’ incredibile come da questo punto di vista, su cui si regge poi tutto il resto, io mi stia lasciando vivere in questo modo…e una delle cose che mi dispiace di più è che sia un argomento tabù che limita e ostacola il rapporto - che dovrebbe essere totalmente aperto - con le persone che più mi sono vicine, la mia famiglia e gli amici.

 

Ho scritto un papier….per adesso mi fermo qui, con la promessa di non lasciare mai più che passi tanto tempo.

Non solo non ho più scritto, ma non sono nemmeno più passata a casa vostra, amiche e amici bloggers. Non si fa così, mi scuso e ringrazio chi nel frattempo è passato e ha suonato inutilmente il campanello. Ricambierò, portando anche un dolcetto.

 

 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. amici amore vita

permalink | inviato da elepuntaallaluna il 18/5/2011 alle 12:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa
DIARI
19 marzo 2011
Una casa senza sole.

C’è il rischio, molto forte, che tra pochi giorni Buby se ne vada da casa nostra.

Nella vita di mio zio, che formalmente è il suo padrone (babbo Peppe), stanno avvenendo dei cambiamenti improvvisi ed importanti che quasi sicuramente lo porteranno altrove, con i suoi figli, ed è intenzionato a portarsi la cagnolina via con lui.

LEI dorme con noi, mangia con noi, le facciamo il bagnetto, la porto a spasso come ieri pomeriggio, la coccolo come una figlia e provo per lei un amore incondizionato.

L’ho umanizzata in questi cinque anni e sono consapevole di avere sbagliato, ma non sono riuscita a fare altrimenti.

Non riesco ad immaginare questa casa, la vita mia e quella della mia famiglia senza di lei.

Non riesco ad immaginare questa casa, la vita mia e quella della mia famiglia senza il sole.

E già piango.

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. buby amore vita

permalink | inviato da elepuntaallaluna il 19/3/2011 alle 12:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
DIARI
14 marzo 2011
Il post più lungo che abbia mai scritto, poveri voi...

Vivere l’amore e le emozioni provate per la prima volta con una persona che è entrata nella tua vita e te l’ha cambiata, o rinunciare a tutto per paura di non riuscire ad affrontare il destino che ti ha messo davanti una prova talmente più grande di te da sembrare insormontabile?

E’ questo il bivio che si trovano davanti Anne Hathaway e Jake Gyllenhaal, i due protagonisti di Amore e altri rimedi, una commedia sentimentale molto carina che sono andata a vedere sabato sera.

La passione che scatta inarrestabile tra loro viene mostrata attraverso numerose scene hot in cui lui sfoggia un corpo e una sensualità da paura, che avevo sottolineato qualche tempo fa con un post dedicato solo a lui…..vabbé, chiusa parentesi “ormonale”.

Il film si chiude con una frase da baci perugina diventata un link su fb in un nanosecondo. Bella, per carità, ma forse un po’ troppo “logora e abusata”: Incontri migliaia di persone e nessuna ti colpisce veramente, poi incontri una persona e la tua vita cambia, per sempre.

Mi asterrò dalla mia, di banalità, ossia dallo scrivere “spero presto anch’io di incontrare quella persona”, perché mi vengo a noia da sola (ieri sera ho visto 5 minuti di La prima cosa bella, ecco da dove viene l’espressione toscano/livornese).

Nelle ultime tre settimane sono andata spesso al cinema, con mio sommo piacere, e tra Manuale D’amore 3 e Amore e altri rimedi, ho visto il film che tra i tre mi ha emozionato e coinvolto più profondamente: Il discorso del re.

C’è chi lo critica per la lentezza, lo stile troppo british, la banalità del finale – lui che parla alla nazione in uno dei momenti più bui e preoccupanti e tutti tengono il fiato sospeso per la sua balbuzie – e soprattutto perché troppo piacione e “da Oscar”.

Critiche comprensibili, ma che pongono l’accento su aspetti a cui personalmente non ho dato importanza.

La teatralità dello stile e le eccezionali interpretazioni dei tre protagonisti mi hanno presa e portata dentro la storia, che è soprattutto quella di un uomo che a causa di un “difetto” sembra non avere gli strumenti per affrontare la Storia con la S maiuscola, che coinvolge milioni di altri uomini e ne segna il destino.

La storia d’amore tra il Giorgio VI e la moglie – la Regina Madre che ho conosciuto solo da anziana e appunto solo in quanto “Madre di…” – e quella dell’amicizia tra il sovrano e il suo maestro fanno a gara di bellezza e profondità.

Mi è venuta voglia di vederlo in lingua originale per apprezzare ancora di più l’interpretazione, premiata con l’Oscar, di Colin Firth.

 

Domenica 6 marzo sono stata eletta - come terza più votata - nel direttivo dell’Avis, e nell’incontro di venerdì scorso sono stata nominata segretaria. Mi dovrò occupare della posta, di fb, e di altre cose, ma fortunatamente posso fare il grosso del lavoro da casa.

Non posso ribattere granché a chi mi dice che sto in mezzo a tante cose, ma sbaglia chi pensa che lo faccia per opportunismo e visibilità.

E’ sempre e solo la passione che mi guida, insieme alla voglia di partecipare e di  fare qualcosa di concreto.

Per anni sono stata chiusa in casa dalla mia timidezza, se ci penso ora mi sento un’altra persona, e per tanti versi sono un’altra persona.

Questo ruolo mi rende particolarmente orgogliosa perché sono entrata in associazione ancora minorenne, per il servizio extra associativo degli scouts, e appena ho compiuto 18 anni ho cominciato a donare, senza pensarci un secondo, e sinceramente senza neanche dare peso al fatto che ogni volta dono qualcosa di importante e vitale di me a qualcun altro. Ho cominciato a farlo e basta, come se fosse la cosa più semplice e naturale di questo mondo.

 

Concludo questo post chilometrico con una nota alimentare: sia sabato che ieri sera sono andata a cena fuori. Sia sabato che ieri sera ho mangiato il dolce. Con la cioccolata.

Sabato ho cenato all’Old Wild West, una sorta di panineria in stile McDonald dentro il cinema.

Menù: croccantini di pollo fritto con salsa piccante, petto di pollo alla griglia con patatine fritte come se piovesse – adoro - e ancora salsa piccante, tortino al cioccolato e panna, altrimenti detto “la Dolce Morte”.

 Non so da cosa ho tratto più piacere, se dal vedere nudo Jake Gyllenhaal o dal dolce. Anzi, eccome se lo so, dal dolce!!!

Ieri sera: due olive all’ascolana e due mozzarelline fritte, pizza capricciosa, piramide di cioccolato della Bindi – non Rosy ma una marca di dolci confezionati buonissimi – davvero libidinosa.

Forse essendo sotto cura mi sarei dovuta limitare, ma quando vado a cena fuori non riesco a dire di no al dolce, un posticino glielo trovo sempre. Però c’è da dire che a parte un po’ di pesantezza al risveglio me la sono cavata alla grande.

 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cinema cibo dieta avis amore

permalink | inviato da elepuntaallaluna il 14/3/2011 alle 19:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa
DIARI
3 marzo 2011
"My" One And Only.....where are you?

Un amico mi ha fatto conoscere questa canzone di Adele e sono rimasta folgorata, l’ho ascoltata più volte nelle ultime ore, e ogni volta vengo presa da un’irrefrenabile voglia di ballarla…….non da sola ovviamente, sarebbe un lento fantastico infatti da ballare in due……

Spesso – per fortuna – mi dimentico della voglia che ho di innamorarmi di nuovo davvero.

Poi arriva una canzone come questa che me lo ricorda violentemente.

 

Per voi video e testo tradotto.

 

Sei stato nella mia mente,
Mi affezionavo ogni giorno,
Perdevo me stessa nel tempo,
Pensavo solo al tuo volto,
Dio solo sa perché ci è voluto così tanto tempo per lasciare andare i miei dubbi,
Tu sei l’unico che voglio,

Non so perché ho paura,
Ci sono già passata,
Ogni sentimento, ogni parola,
Ho già immaginato tutto,
Non saprai mai se non ci provi,
Dimentica il tuo passato e semplicemente sii mio,

Ti sfido a lasciarmi essere la tua, la tua sola ed unica,
Promettimi che ne valgo la pena,
Di essere stretta tra le tue braccia,
Quindi forza e dammi una possibilità,
Per dimostrare che io sono colei che può camminare quel miglio,
Fino a che non sarà la fine,

Sono stata nella tua mente,
Tu ti appendevi ad ogni parola che dicevo,
Ti perdi nel tempo,
Quando senti il mio nome,
Saprò mai come ci si sente a tenerti stretto,
E mi dirai quale strada devo scegliere, te ne andrai?

Non so perché ho paura,
Ci sono già passata,
Ogni sentimento, ogni parola,
Ho già immaginato tutto,
Non saprai mai se non ci provi,
Dimentica il tuo passato e semplicemente sii mio,

Ti sfido a lasciarmi essere la tua, la tua sola ed unica,
Promettimi che ne valgo la pena,
Di essere stretta tra le tue braccia,
Quindi forza e dammi una possibilità,
Per dimostrare che io sono colei che può camminare quel miglio,
Fino a che non sarà la fine,

So che non è facile arrendersi al tuo cuore,
So che non è facile arrendersi al tuo cuore,,
Nessuno è perfetto
(So che non è facile arrendersi al tuo cuore,),
Fidati di me l’ho imparato,
Nessuno è perfetto
(So che non è facile arrendersi al tuo cuore,),
Fidati di me l’ho imparato,
Nessuno è perfetto
(So che non è facile arrendersi al tuo cuore,),
Fidati di me l’ho imparato,
Nessuno è perfetto
(So che non è facile arrendersi al tuo cuore,),
Fidati di me l’ho imparato,

Quindi ti sfido a lasciarmi essere la tua, la tua sola ed unica,
Promettimi che ne valgo la pena,
Di essere stretta tra le tue braccia,
Quindi forza e dammi una possibilità,
Per dimostrare che io sono colei che può camminare quel miglio,
Fino a che non sarà la fine,

Quindi forza e dammi una possibilità,
Per dimostrare che io sono colei che può camminare quel miglio,
Fino a che non sarà la fine.

 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. canzone amore adele my one ad only

permalink | inviato da elepuntaallaluna il 3/3/2011 alle 19:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa
vita familiare
9 giugno 2008
Vigilia

Domani la mia adorata cagnolina buba (detta anche buby, amore mio piccolino, paperottola, paperopoletta, cucciolino, patata, stellina, buzzy, amorino, amorcino e qualsiasi altro nomignolo mi passi per la testa quando la vedo) se ne andrà via per qualche mese.
In realtà verrà solo tosata per farle affrontare con più comodità e freschezza la stagione estiva, ma domani a quest'ora sarà così cambiata che sembrerà di avere per casa un altro cane: il gemello maschio magro magro.
Mi ci vorrà qualche ora per abituarmi, perché anche se è la terza volta che viene rasata da quando vive a casa nostra con lo zio, il suo padrone ufficiale (babbo peppe), per me è un piccolo trauma....lo so lo so...sono esagerata, ma lei per me è la mia piccolina....mi ha cambiato, mi ha aperto un mondo e l'adoro!
Non ho ancora mai parlato di Lei perché i miei amici avrebbero smesso di frequentare questo blog, non ne possono più!!!
Ma guardate che meraviglia che è!



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. amore vigilia tosatura buby

permalink | inviato da elly1681980 il 9/6/2008 alle 16:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
SOCIETA'
8 giugno 2008
Cosa non si fa per amore...

Apprendo dal Corriere della Sera che a milano si è svolta la prima edizione della "Strasingle", una corsa non competitiva aperta a tutti coloro in cerca della propria anima gemella.
Questi padani le inventano proprio tutte eh...
Speriamo non serva, ma se si dovesse replicare l'anno prossimo mi iscrivo anch'io.
A dieci minuti dalla partenza stramezzerò al suolo svenuta (la resistenza nella corsa non è proprio il mio forte...), come la bella addormentata verrò risvegliata dal bacio di un giovane e prestante concorrente (speriamo non troppo sudato), appena ci guarderemo negli occhi saremo trafitti da un colpo di fulmine e vivremo felici e contenti passando le serate spaparanzati sul divano di casa. Perché correre ancora, l'obiettivo l'abbiamo raggiunto!


di corsa verso l'amore


  geniale!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. amore single

permalink | inviato da elly1681980 il 8/6/2008 alle 17:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
novembre        marzo

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte