elepuntaallaluna | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

male che vada avrò vagabondato tra le stelle!....il blog di ele
SOCIETA'
8 marzo 2011
8 Marzo 2011

L’8 marzo 2011 RIMETTIAMO AL MONDO L’ITALIA.

L’Italia non è un paese per donne e noi vogliamo che lo sia.
Nell’anno in cui si celebra il 150esimo dell’Unità d’Italia, diamo ancora più valore all’8 marzo, giornata nata più di un secolo fa per onorare le lavoratrici di tutto il mondo, diventata nel tempo festa delle donne e oggi occasione di rinascita per il nostro Paese.
Vogliamo un’Italia capace di stare nel mondo, in modo aperto e solidale con tutti i popoli, soprattutto con quelli che lottano per la libertà come ora quelli del Nord Africa.
Vogliamo che l’8 marzo sia, come il 13 febbraio, il giorno di tutte.
Delle donne che lavorano stabilmente fuori e dentro casa, di quelle che cercano lavoro e non lo trovano, delle lavoratrici costrette al lavoro nero, delle licenziate, delle precarie, delle tante che hanno lasciato lontano le loro famiglie per occuparsi delle nostre, e delle donne ridotte in schiavitù.
In Italia è diffusa una precarietà che non è solo di lavoro ma di vita. Coinvolge un numero crescente di donne e uomini.
Per tutti è un’ipoteca pesante sul futuro, ma la precarietà che pesa sulle giovani donne condiziona l’intera comunità nazionale e le sue prospettive. In Italia avere figli, una famiglia, è da tempo diventato un lusso. Noi vogliamo che per tutte e tutti esista la libertà di scegliere se e quando diventare genitori.
Perché si possa scegliere è necessario:
Congedo di maternità obbligatorio e indennità di maternità. Congedo obbligatorio di paternità. Norme che impediscano il licenziamento “preventivo”: niente più dimissioni in bianco.
Con il 13 febbraio abbiamo detto che la libertà, la dignità e la vita delle donne sono il presente e il futuro del paese, e il modo in cui vengono o non vengono raccontate nell’informazione e nei media è una grande questione nazionale.
Vogliamo perciò che questo 8 marzo sia anche la giornata in cui si discute di come i media rappresentano la realtà e del mestiere di giornalista.
Pensiamo che l’immagine dominante delle donne non possa ridursi al riflesso di un desiderio maschile stereotipato. Vogliamo un’informazione rispettosa e veritiera che dia conto di come le donne contribuiscono a costruire l’Italia.
Se non ora quando? Adesso.

Comitato SE NON ORA QUANDO

Nota personale: Come trascorrerò la serata dell’8 marzo e Carnevale? A casa, come qualsiasi altra sera.

E’ finito il tempo della festa come pretesto per passare una serata tra amiche altrimenti fagocitate dalla quotidianità.

Sono convinta che dopo quest’anno in particolare, la Giornata internazionale della Donna sarà qualcosa di più rispetto a quello che è stata finora.

Carnevale poi come sapete non è una festa che amo, quindi………l’unica cosa diversa dal solito sarà la pizza per cena -  io, mamma, e tre pezzi al taglio ciascuna - che ho anticipato dal sabato al martedì.

Quando si dice trasgredire……

Auguri, Donne.

 

9 novembre 2009
A 20 anni dalla caduta del Muro di Berlino.

Oggi non si può non ricordare l'importante anniversario di un evento che ha cambiato la storia del mondo intero, la caduta del Muro di Berlino che, eretto nel 1961, diede inizio alla Guerra Fredda tra il blocco occidentale e quello sovietico fino alla sua caduta il 9 novembre del 1989.
E' da ieri che mi sforzo di andare indietro con la memoria e mi sono resa conto di non avere ricordi se non di confuse immagini televisive, ma non so dire con certezza che fossero proprio di quel giorno....in fondo avevo 9 anni...
Potrebbe sembrare strano ma ho più ricordi di un altro evento di quell'anno, l'arresto e l'esecuzione del dittatore Ceausescu e di sua moglie. La pena capitale mi ha sempre suscitato un forte turbamento, forse è per questo che ho ricordi vividi di questo più che della caduta del Muro.


 

30 ottobre 2009
In ordine sparso....

Come, chi, ha ridotto in quel modo Stefano Cucchi, tanto che le foto del suo cadavere sembrano quelle del deportato di un lager…

Natalie, Brenda, Piero Marrazzo, l’andare a trans e il ritornello che ognuno della propria vita può far quello che gli pare.....

Le notizie, chissà quante, che circolano nelle redazioni dei giornali da mesi ma che noi cittadini della Repubblica non sapremo mai….

La possibilità, in un domani non lontano di generare bambini senza genitori biologici...

La Russia sta pensando di reintrodurre la pena di morte dal 2010...

Mi ritrovavo a leggere i titoli dei giornali on line....così, superficialmente, in ordine sparso...andiamo avanti solo in apparenza, in realtà stiamo tornando indietro...inesorabilmente (?)...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pensieri sparsi

permalink | inviato da elepuntaallaluna il 30/10/2009 alle 12:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
SOCIETA'
28 febbraio 2009
Giornata Internazionale delle Malattie Rare.

Oggi è la Giornata Internazionale delle Malattie Rare.
L'ho scoperto guardando Verissimo, che ha intervistato la mamma di una ragazza di 22 anni affetta da una malattia di origine metabolica diagnosticata all'età di dodici anni, quando ormai erano stati provocati enormi e irreparabili danni cerebrali.
Mi ha colpito molto questa storia, perché la malattia riguarda una cosa che per me e le persone che mi stanno intorno è quotidiana e banale, ossia l'impossibilità di assimilare e smaltire la carne rossa.
Una diagnosi precoce e una conseguente dieta sprovvista di questo cibo avrebbe permesso alla bambina, ora giovane donna, di condurre una vita assolutamente normale.
E la sua è tutto sommato una storia a lieto fine, perché grazie all'aiuto della famiglia e al suo coraggio, è riuscita a diventare campionessa alle paraolimpiadi nella disciplina equestre del dressage.
Ma ci sono tantissime altre famiglie che vivono quotidianamente enormi disagi, che combattono malattie poco conosciute o sconosciute senza nemmeno la speranza della ricerca di una cura.

27 gennaio 2009
Giornata della memoria



Il 27 gennaio 1945 si aprì questo cancello, del campo di sterminio di Auschwitz, e il mondo scoprì l'Orrore, l'Olocausto.

"Prima vennero per gli ebrei
e io non dissi nulla,
perché non ero ebreo.

Poi vennero per i comunisti
e io non dissi nulla,
perché non ero comunista.

Poi vennero per i sindacalisti,
e io non dissi nulla,
perché non ero un sindacalista.

Poi vennero a prendere me,
e non era rimasto più nessuno
che potesse dire qualcosa."

Martin Niemoeller, Pastore evangelico deportato a Dachau


E' di questi giorni la notizia che il campo di Auschwitz rischia la chiusura a causa degli alti costi di manutenzione. Questo rischio deve essere subito rimosso e spero che si trovi una soluzione veloce e condivisa da tutti i Paesi della comunità europea.

26 gennaio 2009
Che tempo che fa lo dicono le cipolle!

Le cipolle di Urbania hanno emesso il loro verdetto rivelando come sarà il tempo nel 2009.
C'è da piangere, e non perché le cipolle provocano questo effetto indesiderato...
L'inverno sarà lungo, tanto che il freddo si protrarrà nei primi mesi della primavera, dei mesi estivi solo agosto sarà caldo e soleggiato, settembre sarà piovoso mentre gli ultimi tre mesi dell'anno saranno freddi ma asciutti.
Che dire, speriamo non ci azzecchino e continuiamo a ridere sul tempo la domenica con Luciana Littizzetto, non vedo alternative.

Domani ho un'altra guida, pensatemi!

Update: Niente guida oggi! Niente paura, solo che non mi sentivo tanto bene stamattina, nel pomeriggio vado a segnarne un'altra.

16 ottobre 2008
16 ottobre 1943

Sarà perché il primo pensiero il 16 ottobre di ogni anno va ai compleanni di mio zio franco e della mia amica Pamela, ma mi stavo dimenticando che oggi è anche l'anniversario della deportazione degli ebrei del ghetto di Roma.

1024
furono gli ebrei italiani mandati ad Auschwitz su vagoni bestiame, solo 16 quelli che tornarono a casa.
Tra questi una donna, Settimia Spizzichino, ma nessuno dei 200 bambini svegliati all'alba di quel sabato di sessantacinque anni fa.

Non dimentichiamo.

SOCIETA'
16 ottobre 2008
'til death do us apart

Giornata di divorzi ad Hollywood e dintorni. 
Dopo mesi e mesi di voci e smentite, è stata ufficializzata la fine del matrimonio tra Madonna e lo scialbo Guy Ritchie.
Pare si siano detti addio anche Téa Leoni e David Duchouvny, appena uscito da una clinica per liberarsi dalla dipendenza dal sesso. Ora, i motivi possono essere due: O David é passato da un estremo all'altro, oppure non era con lei che voleva continuamente farlo.
MAh!

7 ottobre 2008
Anna Politkovskaja



Anna Politkovskaja, 7.10.2006 - 7.10.2008

DIARI
2 ottobre 2008
Voci
E' stato bello dopo tanto tempo risentire le voci di Linus e Nicola a Deejay Chiama Italia, un pò meno quella di Anna Moroni alla Prova del cuoco...

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. voci linus nicola anna moroni

permalink | inviato da elly1681980 il 2/10/2008 alle 12:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
sfoglia
novembre       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte